ITALI OGGI 

Compravendite sempre più via web. Entro l'anno la trasmissione in via telematica non riguarderà più soltanto la nota di trascrizione, ma anche il relativo titolo giuridico (per esempio lo stesso contratto di compravendita).

Lo ha annunciato a ItaliaOggi il direttore dell'Agenzia del territorio Gabriella Alemanno, ieri, a Roma, a margine del convegno «Tutela del credito e pubblicità immobiliare». «Sarà una vera rivoluzione copernicana», ha detto Alemanno parlando del prossimo sviluppo del processo avviato dall'Agenzia per rendere più moderni ed efficienti i servizi di pubblicità immobiliare. Notai, pubblici ufficiali e agenti della riscossione già attualmente trasmettono in via telematica gli atti da trascrivere, iscrivere o annotare. Con una limitazione però. E cioè il titolo che, a differenza della nota, deve ancora essere consegnato a mano. Un ostacolo che sarà superato entro l'anno, secondo quanto ha riferito il direttore dell'Agenzia del territorio, proprio per rendere completo il passaggio all'informatizzazione di tutte le attività connesse alla tenuta dei registri immobiliari. Il processo, già avviato con la costituzione della Banca dati ipotecaria (aggiornata ormai solo in via telematica e contenente più di 40 milioni di note e più di 85 milioni di documenti), ha due obiettivi: da un lato la dematerializzazione di tutti i documenti cartacei e la loro conservazione su supporti informatici e, dall'altro la possibilità di consentire le ricerche sui registri immobiliari integralmente in via telematica. Attività che l'agenzia ha portato avanti, anche più in generale, per tutti i servizi rivolti tanto ai cittadini quanto ai professionisti. «Ai cittadini, ha affermato il direttore, offriamo ormai la possibilità di usufruire del servizio on line per effettuare, anche da casa, le visure ipotecarie; mentre ai professionisti è offerto un servizio più selezionato e specialistico». Le problematiche civilistiche e processuali relative alla tutela del credito, nonché l'evoluzione delle funzioni e dei compiti del conservatore dei registri immobiliari sono state al centro del convegno, che è stato inoltre l"occasione per la presentazione del volume «I servizi di pubblicità immobiliare». La pubblicazione è stata concepita non per il grande pubblico, ma per aiutare gli operatori del settore della pubblicità immobiliare a districarsi nelle novità legislative relative a trascrizione, iscrizione, annotazioni, ispezioni e certificazioni ipotecarie.

Additional information